Smaltimento toner Cagliari

La procedura per lo smaltimento di toner

Qualsiasi impresa o professionista ha il dovere di gestire correttamente lo smaltimento dei rifiuti speciali da stampa informatica esausti affidando tale compito ad operai specializzati nel settore. La normativa è contenuta del D.lgs. n. 152 del 2006 e prevede sanzioni sia di natura civile che penale per chiunque contravvenga e non disponga del documento di smaltimento. Il toner non è altro che un tubo contenente una finissima polvere con particelle di carbone, ossidi di ferro e resina. La polverina viene impressa sul foglio tramite un apposito riscaldatore dando vita a forme, colori e testi. La stampa rappresenta un processo fotochimico che rilascia nell’ambiente particelle pericoloso per la salute dell’uomo e per l’ecosistema. Per questo sono state ideate delle leggi allo scopo di proteggere dall’esposizione alle polveri sia in caso di smaltimento che per guasto o manutenzione dell’apparecchio che contiene i toner. Il responsabile della gestione del rifiuto è sempre chi lo usa attraverso l’esercizio dell’attività produttiva. Lo smaltimento di toner può essere affidato a ditte autorizzate iscritte all’albo, munite di apposita autorizzazione regionale e che accolgono i rifiuti in un apposito centro di raccolta. I toner esauriti vengono riposti in contenitori chiamati Ecobox per un tempo massimo di un anno in modo da impedire la dispersione del materiale pericoloso.

Gli obblighi e le sanzioni

Le imprese tra i doveri imposti dalla legge devono possedere la prima copia del formulario di Identificazione Rifiuti che attesta la presa in carico del prodotto esausto e altresì la quarta copia dello stesso formulario che certifica lo smaltimento. Per evitare di adempiere a tali obblighi è possibile trasferire la responsabilità dello smaltimento del rifiuto in capo ad un altro soggetto giuridico oppure ricorrere a un servizio di gestione toner on demand ottimizzando al contempo i processi di stampa. Qualora non venga rispettata la normativa dettata in materia di toner è previsto il pagamento di una sanzione che parte da 2.600 euro fino a 93.000 euro nei casi più gravi. Oltre al pagamento di una somma di denaro è prevista anche la sospensione della carica ricoperta dal responsabile fino ad un anno. Le multe nei casi più gravi possono trasformarsi in sanzioni penali ed è quindi sempre consigliato adempiere agli obblighi previsti dalla legge in materia. Occorre verificare inoltre il codice CER connesso allo smaltimento dei toner per individuare il grado di pericolosità del prodotto e seguire le corrette procedure affidandosi a dei professionisti.

Smaltimento di toner a Cagliari

A Cagliari lo smaltimento di toner è effettuato da efficienti operai specializzati e da professionisti iscritti regolarmente all’albo dei gestori ambientali che garantiscono il rilascio dell’attestato di smaltimento che andrà poi conservato dal responsabile per un periodo di almeno cinque anni. A Cagliari sono presenti alcune aziende in cui contestualmente all’acquisto di un prodotto si può procedere allo smaltimento di toner e cartucce. Esistono aziende che offrono servizi ulteriori e accessori come la dotazione di un apposito contenitore per la raccolta di cartucce e toner esausti e il servizio di ritiro del materiale tramite autotrasportatori autorizzati. A Cagliari si possono trovare varie aziende che oltre allo smaltimento dii toner si occupano della distruzione di computer, stampanti, telefoni e rifiuti elettrici ed elettronici in genere. Tra le varie strutture presenti a Cagliari per lo smaltimento di toner rileva l’Ecoriciclo che si occupa in modo particolare del riciclaggio e dello smaltimento di rifiuti speciali. Grazie alla presenza di aziende specializzate è poi possibile trasferire completamente la responsabilità per lo smaltimento di toner su un altro soggetto. Sono inoltre presenti professionisti del settore in grado di recuperare materiale da destinare al riciclaggio e ricavato dallo smaltimento del prodotto. Alcune parti vengono riutilizzate per la produzione di nuove cartucce e toner, altri elementi vengono impiegati come materie prime in altri settori od ancora sono usati come sostituto per i carburanti fossili. Ciò dipende anche dal tipo di toner che viene smaltito in quanto alcuno produttori di toner creano prodotti che vengono riciclati completamente grazie all’uso di tecnologie avanzate che rispettano l’ambiente. Le parti che vengono riutilizzate in genere sono il rullo di carica, il manicotto e il rullo magnetico che vengono ripuliti e controllati nel dettaglio.