Lyreco: smaltimento toner esausti

Smaltimento toner? Le norme vigenti.

Oggigiorno le aziende sono sempre più in difficoltà quando si tratta della questione dello smaltimento dei rifiuti speciali, specialmente perché nella maggior parte dei casi non si è a conoscenza delle norme vigenti e delle sanzioni alle quali si può andare incontro qualora non si seguissero le giuste procedure dettagliatamente. Da poco tempo a questa parte sono state apportate alcune modifiche al Testo Unico Ambientale, che presenta per l’appunto un’intera sezione dedicata allo smaltimento dei rifiuti speciali, la quarta parte, nonché alle le corrette procedure da seguire e a come rapportarsi con le imprese che si occupano nello specifico di questi procedimenti, per evitare di incorrere in eventuali sanzioni. Difatti qualora le norme non venissero rispettate, in primo luogo si potrebbe essere soggetti a sanzioni amministrative di tipo pecuniario, multe fino ai novantamila euro, ed in secondo luogo si potrebbe essere coinvolti in processi penali, ben più seri e rischiosi, con la possibilità che il responsabile legale dell’azienda possa essere addirittura condannato penalmente e destituito o sospeso dal suo incarico.

Gli obblighi delle aziende: dubbi e miti da sfatare.

Come asserito ed appurato in precedenza, le aziende hanno dei veri e propri obblighi nei confronti della legge per quanto riguarda il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti speciali, tra i quali anche i toner, di seguito dunque si procede illustrandoli e sciogliendo alcuni dubbi e miti da sfatare sull’argomento. Innanzitutto bisogna chiarire che nel Testo Unico Ambientale i toner vengono classificati come rifiuti speciali, dunque non possono essere gettati nelle normali discariche e non possono essere considerati semplici rifiuti urbani dalle aziende che ne fanno largo uso, perchè al contrario di quanto si possa pensare, sono dannosi e potenzialmente pericolosi per l’ambiente. In secondo luogo è necessario fare chiarezza circa le responsabilità legate a questa tipologia di rifiuti, difatti è completamente errato ritenere che i toner siano di responsabilità di chi li produce o di chi noleggia le stampanti all’azienda, al contrario è propria l’azienda che li utilizza per stampare che ne ha la responsabilità per quanto riguarda la procedura di smaltimento. Infine l’ultimo mito da sfatare riguarda il rapporto con terzi, ossia quelle imprese che si occupano di smaltire rifiuti speciali, è bene affidarsi solo a chi è di competenza e specializzato nel settore, non basta che venga rilasciato un semplice formulario per avere la garanzia che l’impresa sia seria e competente e per potersi liberare completamente di ogni responsabilità , è invece importante che si stipuli un contratto firmato da ambo le parti e che l’azienda possa seguire ogni fase del processo attuato dall’impresa, come nel caso della Lyreco, leader nella fornitura e nei servizi di smaltimento dei prodotti forniti alle aziende clienti.

Smaltimento toner: i vantaggi offerti da Lyreco.

Come già accennato, la questione dello smaltimento dei toner è molto delicata e seria ed è bene che ogni azienda si affidi ad imprese serie e specializzate, come ad esempio Lyreco, che nella fattispecie si occupa in primis di fornire gli uffici e di conseguenza provvede anche ad assistere le aziende nello smaltimento di questi rifiuti. Rivolgersi a Lyreco assicura prima di tutto un servizio di alta qualità che si può suddividere nelle seguenti fasi: prima di tutto viene stipulato un contratto che possa rispettare le esigenze di ambo i fruitori e viene rilasciato un formulario; in seguito viene installato in ogni ufficio dell’azienda un box o eco-box per la raccolta di tutti i rifiuti speciali, compreso toner; infine si passa all’ultima fase, vale a dire il ritiro periodico della box e la sostituzione con una nuova. Nel caso in cui si fosse ancora scettici a riguardo, basti prendere in considerazione tutti i vantaggi che adottare un servizio del genere può apportare: primo fra tutti il rispetto dell’ambiente, infatti solo rivolgendosi ad un’azienda specializzata si può avere la totale certezza che i processi di smaltimento siano a norma ed eco-sostenibili, dunque nel pieno rispetto dell’ambiente; in secondo luogo la possibilità di regolare il processo telematicamente, quindi con pochi clic si può scegliere quando fissare il ritiro dei rifiuti secondo le proprie esigenze.